Itinerario degli aromi e dei sapori, nel territorio Colli Esini – Terre Gentili

Questo itinerario parte da Arcevia dove si trova un’azienda di prodotti biologici dove oltre ad innumerevoli idee è possibile trovare pasta di farro, polenta e altri prodotti realizzati con il Mais otto file di Roccacontrada.

Produzioni biologiche sono presenti in larga parte anche a Monterosso di Sassoferrato.

Nell’interno della Provincia di Ancona vi sono numerosi eventi legati alle tipicità e per questo a fine estate si consiglia di visitare Arcevia, Cupramontana e Cerreto d’Esi per le Feste dell’Uva e Castelleone di Suasa per la Festa della Cipolla, in autunno Rosora per la Festa della Sapa (mosto concentrato dopo bollitura prolungata, usato come condimento o dolcificante), Mergo per San Martì all’Angeli, Serra S. Quirico per la Festa del Biscotto di mosto e del vino cotto.

Il principe delle produzioni tipiche è tuttavia il Vino Verdicchio nelle sue varianti: il Verdicchio dei Castelli di Jesi che si può degustare nelle innumerevoli cantine dei Comuni arroccati sui Colli Esini e il Verdicchio di Matelica. Nello splendido centro storico di Matelica è presente l’enoteca comunale dove oltre al vino, si scoprono tipicità di ogni genere. Spostandosi a Fabriano si può degustare con il vino, il famoso “Salame Fabriano” le cui origini si perdono nel tempo. Nel 1881 Giuseppe Garibaldi scrisse all’amico Bigonzetti per ringraziarlo dei salami fabrianesi ricevuti in dono. Oggi un apposito Consorzio vigila per la sua produzione e tutela, promosso anche nel sito www.salamedifabriano.it.
Nel centro storico di Fabriano è comunque disponibile una fornita vetrina dei prodotti tipici dell’intero territorio.

This post is also available in: en